Descrizione Macchina

La nostra esperienza nella costruzione delle macchine da conceria, ha portato alla realizzazione della macchina RAL/LR, adatta per la lavorazione di pelli ovicaprini, la quale presenta caratteristiche costruttive di estrema robustezza, semplicità di costruzione, di manutenzione, registrazione ed affidabilità. Le macchine con rullo riscaldato si differenziano nella struttura e nella disposizione dei rulli di lavoro, rispetto alle tradizionali macchine a ritenere. La RAL/LR è dotata di elevate velocità di esecuzione del lavoro e, soprattutto, fornisce una notevole “resa” della pelle. Inoltre la macchina è dotata di un insieme di dispositivi di sicurezza che la rendono perfettamente rispondente ai requisiti richiesti dalla norma vigente in materia. Notevole efficacia antinfortunistica presenta la protezione della zona di lavoro, per la particolare disposizione del cilindro d’appoggio della pelle. – La macchina è dotata di un doppio dispositivo di sicurezza, a barriera metallica e a fotocellule, in modo da renderla perfettamente sicura. – La posizione del cilindro d’appoggio della pelle è tale da consentire un rapido e agevole posizionamento della pelle stessa, così come rapido e “dolce” si presenta il movimento di apertura e chiusura della macchina. – La regolazione tra il cilindro a stire e il cilindro di appoggio è effettuata mediante un volantino, posto sulla fiancata destra, in una posizione molto agevole, con lettura decimale sul quadrante graduato. – Il cilindro a stire e cilindro riscaldato sono dotati di un dispositivo idraulico che consente un graduale avvicinamento alla pelle di entrambi dopo che la macchina è chiusa, ed un allontanamento rapido, e riavvicinamento graduale dei cilindri stessi, nella fase di inversione. Tale dispositivo può essere inserito, disinserito o registrato a secondo delle esigenze; questo dipositivo consente di evitare segni sulla pelle, causati dai due cilindri nelle fasi predette. – Il cilindro stendipieghe è montato su due bielle indipendenti e la sua regolazione avviene da entrambe le parti, mediante un volantino graduato, in modo da non perdere il suo parallelismo. – La pressione di lavoro è regolabile mediante molle, oppure a richiesta, con pistoni idraulici. – L’estrazione delle pelli avviene mediante la rotazione del cilindro poggiapelli gommato e del cilindro cromato che sono stati comandati da due motori idraulici indipendenti. Questo permette una velocità periferica uguale, la quale consente un notevole risparmio di energia, di usura della gomma. La velocità di estrazione della pelle, che può variare da 10 a 35 m/min, è regolabile con comando idraulico posto sulla fiancata sinistra della macchina. – L’apparecchiatura elettrica è completamente sistemata in una scatola in acciaio inox a tenuta stagna posta sulla destra della macchina. Il pannello dei comandi è posto sul lato superiore destro della macchina. – La macchina combinata a ritenere con cilindro riscaldato (mod. RAL/LR) ha il cilindro trasportatore in acciaio cromato, lucidato a specchio e riscaldato tramite resistenze elettriche. La regolazione della temperatura è realizzata mediante un termostato dotato di indice graduato, posto sul pannello dei comandi insieme ad un orologio con il quale è possibile impostare l’ora di partenza di riscaldamento del cilindro. Questo consente di trovare la macchina pronta per lavorare all’ora desiderata. I carter sono in acciaio inox. Su richiesta la macchina può essere dotata di una pompa che permette la lubrificazione automatica ad intervalli prestabiliti di tutti gli organi in rotazione o in movimento, riducendone gli effetti di usura.

La nostra casa, desiderosa di migliorare continuamente la qualità della propria produzione si riserva il diritto di variare, senza alcun preavviso, le caratteristiche delle macchine. I dati di partenza e di produzione sono indicativi di carattere medio e naturalmente devono essere adeguati alle condizioni di lavoro.

Dettagli Macchina

Dettagli:
Model: RAL/LR 1300/1600
Categoria di Pelle: Ovicaprine
Tipologia Macchina: Macchine combinate a ritenere con rullo riscaldato

Share

More...